Archivi Blog

Perché è importante smettere di fumare

Come cambia il corpo quando si smette di fumare le sigarette tradizionali? C’è una bella infografica che lo mostra nei dettagli.
Già dopo 20 minuti si stabilizza la pressione del sangue e la frequenza cardiaca si normalizza. Dopo 8 ore si abbassano i livelli di monossido di carbonio nel sangue mentre il livello di ossigeno torna alla normalità; la nicotina diminuisce fino al 93,75%. Dopo sole 48 ore si recuperano il senso del gusto e dell’olfatto.
Tra le 2 settimane e i 9 mesi dopo aver smesso di fumare le “bionde”, spariscono gli effetti collaterali negativi: migliora la circolazione, sparisce la tosse, aumenta l’energia, diminuisce il senso di fatica. E soprattutto in questa fase il corpo si libera al 100% della nicotina. Dopo un anno il rischio di malattie coronariche, infarto del miocardio e ictus si riduce del 50%. Dopo 5 anni, il rischio di emorragia cerebrale scende del 41% mentre il rischio di avere un ictus diventa pari a quello di chi non ha mai fumato. Dopo 10 anni si riduce fino al 70% il rischio di un tumore a bocca, gola, esofago, vescica, rene, pancreas e polmoni.

What To Expect When You Quit Smoking
feradi.info

Ancora uno studio sull’efficacia delle ecigs per ridurre il fumo

Secondo uno studio pubblicato su “Nicotine and Tobacco Research” i fumatori non ancora pronti a tagliare i ponti con il fumo hanno ridotto notevolmente la quantità di sigarette dopo aver cominciato a utilizzare le ecigs.

Il team di ricerca ha studiato i giovani adulti di età compresa tra i 21 e 35 anni per più di 3 settimane. Ad alcuni del gruppo ha somministrato un placebo, ad altri sigarette elettroniche con nicotina. I partecipanti provenivano dalla città di New York e fumavano almeno 10 sigarette al giorno. Un’analisi dei gruppi ha mostrato che quelli che utilizzavano le sigarette elettroniche riducevano significativamente la quantità di fumo.

La ricerca è stata pubblicata su Oxford University Press per conto della Society for Research on Nicotine and Tobacco ed è consultabile a questo link.

Francia, 400mila fumatori hanno smesso grazie alle ecigs

Le sigarette elettroniche potrebbero essere il fattore più importante per aiutare migliaia di persone a smettere di fumare. La ricerca ha utilizzato le risposte di oltre 15mila persone per indagare la relazione tra tabacco e l’uso di sigarette elettroniche. Secondo quanto emerso, la grande maggioranza dei vapers viene dalle sigarette tradizionali e solo il 15% era non fumatore. L’80% degli svapatori ha inoltre dichiarato di aver tagliato il consumo di sigarette grazie alle ecigs. E’ quanto scrive oggi, tra gli altri, il giornale americano “The Daily Caller” che riprende uno studio pubblicato sull’International Journal of Public Health.

I ricercatori hanno stabilito che in Francia 400mila ex fumatori hanno smesso e oggi svapano. Gli autori dello studio hanno concluso che questa rappresenta “una stima iniziale del numero dei fumatori che hanno smesso di fumare, almeno temporaneamente, grazie alle sigarette elettroniche”.

Un altro studio pubblicato nel mese di novembre da Rutgers School of Public Health e dall’Istituto Schroeder aveva già suggerito che le sigarette elettroniche potevano essere fondamentali per aiutare i fumatori a smettere di fumare. “Questo è in linea con altre prove recentemente emerse – ha dichiarato Cristine Delnevo, ricercatrice presso la School of Public Health e autrice dello studio – l’uso quotidiano di sigaretta elettronica può aiutare alcuni fumatori a smettere di fumare” le sigarette tradizionali.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: