Pubblicato il testo del decreto tabacchi

Il Governo ha finalmente reso noto il testo del decreto legislativo tabacchi di attuazione della direttiva 2014/40/UE di recepimento delle disposizioni legislative, regolamentari e amministive relative ai prodotti del tabacco e correlati.

Nessuna novità. Le anticipazioni che  giravano nelle scorse settimane sono tutte confermate così come la sensazione che l’Unione Europea, con il governo italiano in testa che ha recepito la direttiva a tempo di record (addirittura in anticipo), si sia piegata alle lobby del tabacco, infastidite dalle perdite e dai minori guardagni dovuti a un numero sempre maggiore di fumatori che decidono di smettere grazie alle ecigs.

Tra i diversi articoli che rasentano il ridicolo (non tutti, ma sicuramente alcuni) c’è quello relativo al divieto di pubblicità. In pratica, volendo riassumere l’intento dell’UE, visto che la pubblicità è ammessa solo in alcuni paesi (e visto che per le sigarette tradizionali non è ammessa da nessuna parte) allora meglio vietarla in tutta l’Unione, così da mettere tutti sullo stesso piano ed evitare che qualcuno possa effettuare sponsorizzazioni e altri (big tobacco) no. Tra l’altro l’articolo della legge, come giustificazione, parte da un presupposto completamente sbagliato e cioè che le sigarette elettroniche indurrebbero al fumo, argomento smentito ormai da decine di ricerche effettuate in tutto il mondo.

Inoltre, le pesantissime imposizioni burocratiche che piovono sulle spalle dei produttori di sigarette elettroniche non sono uno scherzo. Ma siamo comunque fiduciosi che le innovazioni, il progresso tecnologico e l’accertata minore nocività (fino al 95% in meno rispetto alle ‘bionde’ secondo una ricerca inglese) possano indurre l’Unione Europea a rivedere queste norme e a liberalizzare veramente il mercato.

Pubblicato il 14 gennaio 2016, in ControInformazione, Informazione, Italiano con tag , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: