La schizofrenia legislativa che favorisce le lobby

candiani2

Si può distruggere un settore, rischiare di far perdere il lavoro a migliaia di persone, solo per miseri giochini politici?

Si, si può. E’ successo ieri in Senato, quando il senatore Stefano Candiani (Lega Nord) ha presentato un emendamento che di fatto equipara nuovamente le sigarette elettroniche a quelle tradizionali, ripristinando il divieto di pubblicizzazione e il divieto di svapo in luoghi chiusi, contro ogni logica e contro tutti i pareri scientifici che si sono succeduti in questi mesi.

In un lungo scambio di opinioni via twitter, il senatore Candiani ieri sera ha ammesso di aver presentato l’emendamento al dl Salva Roma soltanto per svelare “il doppio gioco di chi tutela la salute e chi invece sta con le lobby qualunque siano”. Per questo motivo, sempre lo stesso Candiani, ha spiegato di aver prima presentato l’emendamento e di non averlo poi votato.

Per quanto possa essere difficile dar credito a quello che dice Candiani, siamo di fronte a pura schizofrenia legislativa. Si gioca con la vita e il lavoro della gente esclusivamente per vedere chi vota contro e chi vota a favore? Si presenta un emendamento che mette in ginocchio un settore che da lavoro ad almeno 6mila persone, soltanto per poi votare contro e poter dire a parole di essere contro le lobby?

Vogliamo ricordare che la legge che prevedeva il divieto di pubblicità e di svapo nei luoghi pubblici era stata abolita poco più di un mese fa. L’unica spiegazione è che chi ci amministra sia del tutto ignorante (nel senso che ignora) sui provvedimenti che mette in campo. Proprio mentre scriviamo, il dl è in votazione al Senato. Può darsi che sia tardi per pretendere dal senatore leghista Candiani di ritirare l’emendamento e di studiare l’argomento, come avrebbe dovuto fare ben prima di decidere di giocare con la vita delle persone. Per questo l’unica arma che abbiamo è quella di continuare a fare i nomi e i cognomi.

Ricordatevi di queste persone quando finalmente potremo tornare alle urne e scegliere i nostri rappresentanti in Parlamento. Ricordatevi di chi lavora con onestà e chi invece si presta a giochi politici meschini e senza senso.

Pubblicato il 19 dicembre 2013, in ControInformazione, Informazione, Italiano con tag , , , , , , , , , , , , , , , , , , , . Aggiungi il permalink ai segnalibri. Lascia un commento.

I commenti sono chiusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: